Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Le recensioni: dott. Giovanni Albano
Mar 27 Feb 2018 - 14:40 Da Flavia Vizzari

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Lun 12 Feb 2018 - 10:15 Da Flavia Vizzari

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Lun 12 Feb 2018 - 10:10 Da Flavia Vizzari

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a Ignazio Buttitta
Lun 18 Dic 2017 - 8:27 Da Giuseppe La Delfa

» “Natale in via Margutta”
Ven 15 Dic 2017 - 11:59 Da ninnetta

» ROMA IN 9 TAPPE
Dom 3 Dic 2017 - 0:16 Da Flavia Vizzari

» “EMOZIONI DI ARTE E DI MODA”
Dom 3 Dic 2017 - 0:15 Da Flavia Vizzari

» Commento critico di Flavia Vizzari de Il Granchio di S. Mazzei
Dom 3 Dic 2017 - 0:11 Da Flavia Vizzari

» LU ME' SICILIANU
Ven 20 Ott 2017 - 10:37 Da Flavia Vizzari

» Gualtiero G. Canu
Mer 11 Ott 2017 - 16:41 Da Flavia Vizzari

» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Sab 30 Set 2017 - 16:54 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Buttitta di Favara
Ven 1 Set 2017 - 9:45 Da Flavia Vizzari

» Poeti veri e poeti falsi
Dom 30 Lug 2017 - 20:31 Da Flavia Vizzari

» Un artista inizia ad essere tale ...
Dom 30 Lug 2017 - 20:22 Da Flavia Vizzari

» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» Giuseppe La Delfa
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ottobre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Andare in basso

Salv.Camilleri presenta Teocrito ANTOLOG a cura di G.LADELFA

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Gio 14 Ott 2010 - 0:51

Teocrito, nacque a Siracusa intorno al 310 a.C., figlio di Prassàgora e di Filinna .
Riuscito vano il tentativo di entrare nelle grazie di Gerone II e ottenerne la protezione . Teocrito si trasferì ad Alessandria , dopo aver soggiornato in varie parti , fra cui Cos, dove conobbe Filita , che vi teneva una scuola poetica . L'opera che l'ha reso famoso è costituita da un gruppo di trenta carmi (non tutti di sicura attribuzione ) detti Idilli , cioè brevi componimenti , fra cui spiccano per altezza di raggiungimenti il II° , LA FARMACHEUTRIA , e il XV ° , LE SIRACUSANE , da cui è tratto il brano lirico che segue in quarta di copertina. Gli sono attribuiti anche 25 epigrammi , sicuramente non tutti suoi .
Teocrito si stacca nettamente dagli altri due grandi poeti ellenisti , Callimaco e Apollonio , per avere creato un genere , quello BUCOLICO , che avrà grande influenza nella letteratura successiva,
a cominciare da <Mosco e Bione , e quindi da Virgilio , ch'ebbe sempre deferenza per le SICILIDES MUSAE del poeta siracusano.
Nella polemica ellenista fra i fautori del poema (Apollonio) e i fautori di una nuova poesia breve e raffinata (Callimaco ) Teocrito non si schiera , non teorizza la sua poesia , non segue una poetica , ma vi partecipa abbandonandosi alla sua sensibilità e alla sua freschezza d'ispirazione , alla sua vivacità e immediatezza espressiva , creando una scuola che fa sentire il suo influsso in ogni secolo giungendo quasi ai nostri tempi .
Si sconosce la data e il luogo della sua morte.


Salvatore Camilleri




dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Antologia in Omaggio A TE0CRITO prefaz. del prof. A.Velardi

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mar 26 Ott 2010 - 7:05


Antologia in omaggio a Teocrito a cura di Giuseppe La Delfa

PREFAZIONE

Di Teocrito molti di noi posseggono una immagine un po’ leziosa frutto di quella imitazione di maniera che ha imperato nella Arcadia settecentesca. Gli idilli del grande poeta siracusano venivano riproposti come se al fascino del mondo naturale abitato da pastori si sovraponnese la corte o il salotto popolato da frivoli damerini e damigelle in preda allo chagrin amoroso.
Dato assodato tra gli storici e i filologi è che Teocrito sia il padre di quel genere bucolico che ha avuto in Virgilio la sua maggiore espressione.
La dichiarazione di questa poetica nuova si trova nel VII dei trenta idilli, di cui solo ventuno, come si sa, sono considerati autentici. Il componimento racconta la celebrazione poetica di Teocrito con una straordinaria somiglianza con il modello dell’investitura di Esiodo da parte delle Muse raccontata nel prologo della Teogonia.
L’idillio VII viene chiamato La festa delle Talisie perché si svolge in prossimità di questi riti sacri compiuti in onore di Demetra per propiziare la mietitura. Teocrito si cela nel personaggio del pastore Simichìdas colto nel suo viaggio verso l’ isola di Cos, dove avrebbe partecipato alle feste, e durante il quale incontra il capraio Lykìdas, membro del cenacolo poetico che si raccoglieva intorno a Filita di Kos. La comparsa di questo pastore di Cos balena accompagnata da una forte aura di mistero, come se nella storia intervenisse una divinità dell’Olimpo greco. Una epifania che secondo Puelma riprende appieno le modalità con cui Omero ritraeva e descriveva gli dei, a metà tra il mondo soprannaturale e quello terreno.
Questo ingresso omerizzante di Lykìdas è funzionale al fine della investitura del poeta Teocrito. Infatti solo dal momento che il pastore di Cos possiede l'aureola del divino e del poetico, quest’ultimo sarà in grado di conferirla appieno da par suo al pastore di Siracusa.
Simichìdas – Teocrito e Lykìdas si cimentano in un certamen poetico. Si esibiscono a turno nel canto pastorale, ma mentre Simichìdas ne fornisce una interpretazione davvero naturalistica e spontanea, cantando un elogio dell'amore adolescenziale. Lykìdas invece riprende tali e quali gli stilemi della celebrazione del mondo pastorale.
Per suggellare la superiorità di Simichìdas, il poeta del cenacolo di Cos gli consegna il suo vincastro, il bastone pastorale in segno di ospitalità e di riconoscimento del suo valore.
La vittoria di Teocrito non si ferma solo all’episodio narrato nell’idillio e non è solo un incensamento delirante di tipo narcisistico di quelli cui assistiamo spesso all’interno del folto, troppo folto!, mondo di poeti tutti in cerca dell’investitura più facile e scontata.
Teocrito ha indicato a tutti la strada di una poesia autentica e spontanea, considerata non a caso la meno artificiosa tra quelle di epoca ellenistica. Dietro questa sponatenità e purezza lirica non c’è solo il vagheggiamento della vita agreste, l’impressione fatua del sentimento, la brevità delle poesie, le pene e le tristezze d'amore.
C’è un poeta dotto, colto e sapiente il cui amore per la natura scaturisce dalla maturazione di una nostalgia che parte da una analisi della vita convulsa della città, delle sfumature delle passioni e dell’animo umano.
Una vera lezione per i poeti di oggi che cercano la spontaneità e la poeticità attraverso la facilità del verso dimenticando che queste provengono innanzitutto dalla necessità di un percepire e di un vivere poetico che poi trovano la loro espressione nella scrittura lirica.

Prof. Andrea Velardi
docente Facoltà di Scienze della Comunicazione Università Noto, Messina , Roma 3, e di psicologia University di York e London Inghilterra




dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Antologia poetica in omaggio a Teocrito

Messaggio  Giuseppe Sammartino il Mer 9 Feb 2011 - 11:13





Antologia poetica a cura di Giuseppe La Delfa in omaggio a Teocrito di Siracusa.

Stampata dalla Kromatografica Editrice e curata dall’eclettico Giuseppe La Delfa, nel mese di novembre 2010 è stata pubblicata una pregevole antologia poetica in omaggio al poeta Teocrito di Siracusa. L’antologia si pregia della presentazione dell’emerito docente Salvatore Camilleri, celebre poeta in lingua siciliana, scrittore e traduttore italiano, della prefazione del prof. Andrea Velardi, insegnante presso la Facoltà di Scienze della formazione nell’Ateneo di Messina e membro del dottorato di Scienze Cognitive e della postfazione del dr. Mauro Longo, già apprezzato giornalista, nonché noto critico e storico del teatro siciliano ed autore di numerose commedie.
Sono 12 i poeti che Giuseppe La Delfa, con molta cura e rara maestria, è riuscito ad unire in un indissolubile legame artistico ed umano per ricordare Teocrito, “ famoso poeta siracusano e assieme a Virgilio il maggiore cantore dell’età ellenistica, unico erede del genere bucolico creato dal catanese Stesicoro… un genere letterario destinato ad avere una lunghissima storia e a incidere profondamente nella cultura europea di ieri e di oggi “( vedi introduzione).
A Teocrito, a dire del Camilleri, sono attribuiti “ 30 carmi ( non tutti di sicura attribuzione) detti Idilli, cioè brevi componimenti, fra cui spiccano per altezza di raggiungimenti il II “ , La farmacheutria” e il XV , “ Le Siracusane”, da cui è tratto il brano lirico che segue in copertina” ove è riportato anche un quadro della pittrice Enza Giuffrida raffigurante Teocrito. Per il Velardi, “ dato assodato tra gli storici e i filologi è che Teocrito sia il padre di quel genere bucolico che ha avuto in Virgilio la sua maggiore espressione”, il manifesto programmatico di questo nuovo poetare lo si rintraccia nel VII idillio: “ La dichiarazione di questa poetica nuova si trova nel VII dei trenta idilli, di cui solo ventuno, come si sa, sono considerati autentici.“ Secondo Mauro Longo, Giuseppe La Delfa “ da attento cultore della poesia e di teatro ha raccolto in questo testo-omaggio più e quanto del siracusano Teocrito ci è stato dato a conoscere data la lacunosità dei frammenti biografici e culturali “.
Si elencano con brevi notizie gli autori delle 91 poesie: Santi Amato, nativo di Vittoria, ex ufficiale militare e già caporeparto nelle ferrovie statali, ha legato la sua opera culturale ai luoghi dell’infanzia e nel 1996 ha pubblicato la raccolta di poesie “ Mulinelli di vento”. Rita Arrabito di Siracusa, già docente ordinaria di lettere, autrice di apprezzati saggi critici e vincitrice di numerosi premi. Ha pubblicato le sillogi “ Dal tramonto al mattino”, “ Fiori di passiflora” e i racconti “ Siracusa 2006”. Enzo Barbera di Leonforte, docente in pensione e infaticabile animatore culturale. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e libri di storia leonfortese ed è collaboratore di riviste e periodici. Ha vinto numerosi premi letterari. Corrado Benito Conforto, nativo di Noto, dottore in Scienze della visione, si dedica in particolar modo ai problemi visivi dei bambini. Educato all’amore dell’arte musicale e alla poesia, ha al suo attivo una vasta produzione, che, per diffidenza nei confronti della critica, ha tenuto per lungo tempo nel cassetto, per la quale solo da pochi anni sta ottenendo lusinghieri successi. Salvatore Figura, siciliano doc, ama la poesia, la recitazione, il teatro, ascoltare e leggere in braille. E’componente dell’Unione italiana ciechi ed ipovedenti di Siracusa. Ha pubblicato recentemente una raccolta di poesie dal titolo “ Canti del cuore”. Enza Giuffrida, già docente di Matematica e Scienze, scrittrice, poetessa. E’presente in varie antologie sia con testi teatrali, con favole e poesie. Ama tradurre in disegni le proprie sensazioni. Maria Concetta Iapichino di Siracusa, laureata in filosofia, poetessa, scrittrice, pittrice, attrice di teatro, mosaicista, ha partecipato a numerosi concorsi poetici cittadini. Giuseppe La Delfa, nativo d'Assoro e siracusano d’adozione, si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla poetessa Alda Merini. Poeta, scrittore, drammaturgo, operatore culturale e curatore d'antologie poetiche. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni ed è vincitore di numerosi e importanti premi. Umberto Panneri, livornese, di cui alcune poesie, nell’anno 1957 e nel periodo 1958/59, il prof. Alessandro Cutolo, all’epoca grande personaggio televisivo, inserì nella pubblicazione “ Dieci poeti d’oggi”. E’ autore di 85 poesie che a giorni saranno date alle stampe. Federica Pistritto, siracusana di 24 anni, studia canto lirico e pianoforte. Un suo romanzo è prossimo alla pubblicazione ed un altro in via d'elaborazione. E’ ideatrice di indovinelli scritti in poesia e si sbizzarrisce in giochi di lemmi. Carmelo Salonia, nativo di Melilli, già insegnante alle scuole elementari in Lombardia, ha cominciato la sua attività artistica come paroliere e musicista. Ha pubblicato la raccolta di canzoni
“ Il Canzoniere” e tre volumi di poesie “Oltre le tenebre, “ Alla ricerca dell’eterna vita” e “Poesie”, con un susseguirsi di premi e riconoscimenti prestigiosi. Benito Francesco Paolo Truden, nativo di Palermo, dove esercita la professione di socio-psicologo e psicoterapeuta. E’un esperto di canto gregoriano e direzione di cori. E’ professore a contratto di Sociologia Generale presso l’Università di Messina. Nel 2005 ha pubblicato il libro di poesie “ Frammenti”.
Va menzionata la lodevole iniziativa degli autori di destinare parte dei proventi dell'antologia ai bambini disagiati della città di Siracusa. Giuseppe Sammartino.























avatar
Giuseppe Sammartino
affiziunatu
affiziunatu


Torna in alto Andare in basso

Antologia poetica in omaggio a TEOCRITO

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Ven 11 Feb 2011 - 20:05

Sento il dovere di ringraziare pubblicamente il preside del liceo linguistico di Agira prof. Giuseppe Sammartino a nome di tutti i poeti partecipanti all'antologia in omaggio a Teocrito,per aver pubblicato un'ottima recensione variegata sull'opera letteraria , in numerose testate giornalistiche siciliane ivi compreso il Forum di ArteVizzari. Un abbraccio dalla Magna Grecia . Giuseppe La Delfa


Ps: Il sogno di Platone si sta avverando , oltre all'associazione farò, a Dio piacendo anche un'Antologia in omaggio a Platone ,idea maturata in questi minuti. Eureka nel ricordo di Archimede .


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Gio 10 Mar 2011 - 14:22

Cara Flavia ed eccoti accontentata insieme a tutti gli amici del Forum . Grazie per la richiesta. Pippo


Teocrito, famoso poeta siracusano è assieme a Virgilio il maggiore cantore dell’età ellenistica, unico erede del genere bucolico creato dal catanese Stesicoro. Infatti Teocrito è ricordato per la rappresentazione dei pastori e dei contadini, ritratti mentre svolgono i loro umili lavori quotidiani o stagionali, come la mietitura, la mungitura, la sorveglianza delle greggi e la raccolta delle messi, oppure mentre suonano la zampogna o intonano canti. Il poeta è stato inoltre elogiato per le descrizioni dettagliate dei paesaggi mediterranei, arsi dal sole, ma rinfrescati da alberi ricchi di fronde, immersi nel silenzio, ma rallegrati dal ronzio delle api e dal frinire delle cicale, pieni di vita,ma invitanti al riposo e alla tranquillità. Prima di Teocrito, nessun poeta si è accostato a personaggi umili con tanto interesse, e nessuno ha mai contemplato la natura con un sentimento così vivo di pace e abbandono. Negli idilli teocritei, la campagna è sempre descritta come un mondo ideale, in cui regnano la serenità e la pace , e rappresenta un luogo nel quale rifugiarsi per scampare alla vita caotica e frenetica della città. La nuova sensibilità di Teocrito nei confronti dell'uomo e della natura, deriva dalle esigenze di una diversa civiltà, che si presenta urbana e individualistica, raffinata e scettica. La scoperta dell'individuo, tipica dell'età ellenistica, segna la fine delle concezioni e dei modelli paradigmatici diffusi nell'epoca delle poleis, con lo scopo di integrare il cittadino nell'ambito della comunità. Nell'epoca ellenistica, il cittadino, non identificandosi più nella realtà ristretta e circoscritta della polis, si chiude in se stesso e vuole vivere la sua esistenza con i suoi pregi e i suoi difetti. Gli artisti si adeguano a questa nuova realtà, ricercando nell'uomo, ciò che è vero, anche se è umile; gli dèi e gli eroi, invece, vengono ignorati, in quanto sono ritenuti appartenenti a un mondo irreale, oppure vengono ricondotti alla misura umana. Oltre all'uomo e alle sue nuove esigenze, gli artisti analizzano anche la natura.
Nell'età alessandrina, infatti, la società tende a organizzarsi in strutture urbane sempre più vaste e più complesse, nelle quali si agita una folla caotica, varia e cosmopolita, che va in cerca di fortuna con innumerevoli espedienti. Gli antichi nobili e i nuovi arricchiti, che risiedono nelle città o esercitano in esse il loro potere, cominciando a ritenere la realtà urbana invivibile ed eccessivamente caotica, preferiscono la campagna, la quale viene considerata come un ambiente più umano, più tranquillo e come il simbolo dell'elevazione sociale. Teocrito, riprendendo questa concezione della campagna tipica della sua epoca, rappresenta il paesaggio campestre come un mondo perfetto e ideale, in cui la dura realtà del lavoro nei campi, della quale parlava Esiodo, si addolcisce e assume i connotati di un nuovo sentimento idillico nei confronti della natura; l' asykìa si mescola con la poetica dell' alētheia, originando, così, un perfetto equilibrio fra gli elementi realistici e le tendenze alla stilizzazione dei paesaggi.
Dopo Teocrito, questo equilibrio entra in crisi; infatti, la visione della natura perde la sua forza originaria, in quanto il paesaggio diventa povero e convenzionale, i pastori di Teocrito si svuotano della loro naturalezza e si trasformano in "pastori da salotto" o in letterati chiacchieroni travestiti da pastori; così, nasce la "mascherata bucolica" e il genere bucolico si trasforma in poesia di evasione.
Nell’opera di Teocrito non sono frequenti i richiami a personaggi ed eventi contemporanei che ci consentono un ancoraggio cronologico sincero . Teocrito amava le sue radici poiché la sua terra aretusea lo ispirava per realizzare i suoi progetti di vita e di carriera. Ma Ierone il tiranno, che amava le armi e non la cultura, sordo alle sue legittime richieste di poeta straordinario e uno dei più autorevoli intellettuali dell’antichità.. La Sicilia è prepotentemente presente nell’opera di Teocrito, ma assume i contorni del luogo poetico per eccellenza , affascinante proprio perché lontana , rivissuta nella fantasia piuttosto che rappresentato nella sua realtà . Per ricordarlo, dopo altre 2300 anni in suo oonore abbiamo curato e dedicato un’”Antologia Poetica” omaggiata da numerosi poeti siracusani e siciliani, Teocrito fu l’iniziatore di un genere letterario destinato ad avere una lunghissima storia e a incidere profondamente nella cultura europea di ieri e di oggi.

Giuseppe La Delfa





dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Gio 10 Mar 2011 - 15:11




Teocrito, famoso poeta siracusano è assieme a Virgilio il maggiore cantore dell’età ellenistica, unico erede del genere bucolico creato dal catanese Stesicoro. Infatti Teocrito è ricordato per la rappresentazione dei pastori e dei contadini, ritratti mentre svolgono i loro umili lavori quotidiani o stagionali, come la mietitura, la mungitura, la sorveglianza delle greggi e la raccolta delle messi, oppure mentre suonano la zampogna o intonano canti. Il poeta è stato inoltre elogiato per le descrizioni dettagliate dei paesaggi mediterranei, arsi dal sole, ma rinfrescati da alberi ricchi di fronde, immersi nel silenzio, ma rallegrati dal ronzio delle api e dal frinire delle cicale, pieni di vita,ma invitanti al riposo e alla tranquillità. Prima di Teocrito, nessun poeta si è accostato a personaggi umili con tanto interesse, e nessuno ha mai contemplato la natura con un sentimento così vivo di pace e abbandono. Negli idilli teocritei, la campagna è sempre descritta come un mondo ideale, in cui regnano la serenità e la pace , e rappresenta un luogo nel quale rifugiarsi per scampare alla vita caotica e frenetica della città. La nuova sensibilità di Teocrito nei confronti dell'uomo e della natura, deriva dalle esigenze di una diversa civiltà, che si presenta urbana e individualistica, raffinata e scettica. La scoperta dell'individuo, tipica dell'età ellenistica, segna la fine delle concezioni e dei modelli paradigmatici diffusi nell'epoca delle poleis, con lo scopo di integrare il cittadino nell'ambito della comunità. Nell'epoca ellenistica, il cittadino, non identificandosi più nella realtà ristretta e circoscritta della polis, si chiude in se stesso e vuole vivere la sua esistenza con i suoi pregi e i suoi difetti. Gli artisti si adeguano a questa nuova realtà, ricercando nell'uomo, ciò che è vero, anche se è umile; gli dèi e gli eroi, invece, vengono ignorati, in quanto sono ritenuti appartenenti a un mondo irreale, oppure vengono ricondotti alla misura umana. Oltre all'uomo e alle sue nuove esigenze, gli artisti analizzano anche la natura.
Nell'età alessandrina, infatti, la società tende a organizzarsi in strutture urbane sempre più vaste e più complesse, nelle quali si agita una folla caotica, varia e cosmopolita, che va in cerca di fortuna con innumerevoli espedienti. Gli antichi nobili e i nuovi arricchiti, che risiedono nelle città o esercitano in esse il loro potere, cominciando a ritenere la realtà urbana invivibile ed eccessivamente caotica, preferiscono la campagna, la quale viene considerata come un ambiente più umano, più tranquillo e come il simbolo dell'elevazione sociale. Teocrito, riprendendo questa concezione della campagna tipica della sua epoca, rappresenta il paesaggio campestre come un mondo perfetto e ideale, in cui la dura realtà del lavoro nei campi, della quale parlava Esiodo, si addolcisce e assume i connotati di un nuovo sentimento idillico nei confronti della natura; l' asykìa si mescola con la poetica dell' alētheia, originando, così, un perfetto equilibrio fra gli elementi realistici e le tendenze alla stilizzazione dei paesaggi.
Dopo Teocrito, questo equilibrio entra in crisi; infatti, la visione della natura perde la sua forza originaria, in quanto il paesaggio diventa povero e convenzionale, i pastori di Teocrito si svuotano della loro naturalezza e si trasformano in "pastori da salotto" o in letterati chiacchieroni travestiti da pastori; così, nasce la "mascherata bucolica" e il genere bucolico si trasforma in poesia di evasione.
Nell’opera di Teocrito non sono frequenti i richiami a personaggi ed eventi contemporanei che ci consentono un ancoraggio cronologico sincero . Teocrito amava le sue radici poiché la sua terra aretusea lo ispirava per realizzare i suoi progetti di vita e di carriera. Ma Ierone il tiranno, che amava le armi e non la cultura, sordo alle sue legittime richieste di poeta straordinario e uno dei più autorevoli intellettuali dell’antichità.. La Sicilia è prepotentemente presente nell’opera di Teocrito, ma assume i contorni del luogo poetico per eccellenza , affascinante proprio perché lontana , rivissuta nella fantasia piuttosto che rappresentato nella sua realtà . Per ricordarlo, dopo altre 2300 anni in suo onore abbiamo curato e dedicato un’”Antologia Poetica” omaggiata da numerosi poeti siracusani e siciliani, Teocrito fu l’iniziatore di un genere letterario destinato ad avere una lunghissima storia e a incidere profondamente nella cultura europea di ieri e di oggi.

Giuseppe La Delfa






dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Flavia Vizzari il Gio 10 Mar 2011 - 16:35

avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Torna in alto Andare in basso

recensione di Vito Tartaro su Antologia Poetica su Teocrito

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Gio 21 Apr 2011 - 5:44

Riceviamo dal poeta -scrittore Vito Tartaro da Ramacca una recensione sulla antologia poetica in omaggio a Teocrito curata da Giuseppe La Delfa.
Buona lettura. Pippo


Il poliedrico ennese-siracusano Giuseppe La Delfa (poeta in lingua e in dialetto, narratore, saggista e tant'altro), con l'antologia poetica dedicata a Teocrito (Kromatografica editrice,2010) accresce la sua bibliografia , che conta ben 13 pubblicazioni .
L'ultima miscellanea comprende 12 poeti e 91 componimenti : Santi Amato ,Rita Arrabito , Enzo Barbera, Corrado Benito Conforto , Salvatore Figura, Enza Giuffrida, Maria Concetta Iapichino, Giuseppe La Delfa, Umberto Panneri, Federica Pistritto, Carmelo Saolonia, Benito Francesco Paolo Truden.
L'età degli autori (il più anziano del 1912, il più giovane del 1986) e la loro diversa provenienza conferisce al testo un carattere di eterogeneità cronologico - toponomastica , che ne è l'aspetto più interessante in quanto il lettore può mettere a confronto poetiche di diverso periodo e luogo .
Un'altra qualità di questo nuovo lavoro dell'infaticabile La Delfa consiste nell'essere portati alla ribalta poeti ignoti (almeno a chi scrive ) , arricchendo così molti fruitori di numerose conoscenze .
Sicuramente , il vulcanico e prolifico Pippo La Delfa , ulteriormente stimolato dall'amicizia con la grande Alda Merini , recentemente scomparsa, ha in cantiere altre pubblicazioni tese a diffonere la cultura , specialmente quella della nostra isola , che noi , al solito , aspettiamo con ansia.

VITO TARTARO



Ultima modifica di Giuseppe La Delfa il Gio 21 Apr 2011 - 18:34, modificato 1 volta


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Flavia Vizzari il Gio 21 Apr 2011 - 7:02

COMPLIMENTI!


Sarebbe interessato Vito Tartaro (o Benito Truden) a partecipare al 2° Convegno di Lingua siciliana Regionale dell'a.s.a.s. a Castiglione di Sicilia il 17 Luglio ?
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Torna in alto Andare in basso

Recensione di Vito Tartaro su Antologia Poetica su Teocrito

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Gio 21 Apr 2011 - 18:36

Sarà mia cura contattarli e sentire la loro decisione in merito. Pippo



dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Recensione all'antologia poetica in OMAGGIO A TEOCRITO

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Sab 7 Mag 2011 - 23:20

Riceviamo dal quotidiano "la Sicilia pagina 22 0ggi cultura" del venerdì 6 maggio 2011 ,una recensione dedicata all'antologia poetica dedicata a Teocrito di Siracusa a cura di Giuseppe La Delfa.
Pippo

Titolo: Siracusa musa poetica di La Delfa

"Io sono Teocrito che ha scritto questo, uno dei siracusani , figlio di Prassàgora e dell'inclita Filinna; non ho seguito mai la musa altrui .Nessuno ci potrà fare da padrone" . Questa volta, dopo diverse pubblicazioni , Giuseppe LA Delfa , di originoi assorine e vicino ai leonfortesi, ma da sempre residente a Siracusa, ha voluto ringraziare la città che lo ha accolto come un figlio , dedicandole un'antologia poetica dal titolo "In omaggio a Teocrito di Siracusa " . Con la presentazione di Salvatore Camilleri e la prefazione di Andrea Velardi .Entrambi , naturalmente , parlano di Teocrito , nelle diverse sfaccettature , mentre , nel libretto , diverse foto ,Giuseppe La Delfa inserisce anche le poesie di vari autori , tra i quali il leonfortese Enzo Barbera, ma soprattutto le sue liriche. " Negli idilli teocratici -scrive La Delfa- la campagna è sempre descritta come un mondo ideale e lo attesta il fatto che, prima di Teocrito , nessun poeta ha mai contemplato la natura con sentimento di pace e di abbandono ". Una sintesi scarna che poi si va a calare nelle sue poesie , come "...tesoro mio", "Anima" ("Sono una nullità nel deserto") ,"Nel segreto del mio pensiero" ("All'improvviso il Signore mi fa capire il terreno regno, da altri non sfiorato nemmeno con la punta dell'ombrello "). Ma anche "Luogo dell'anima", "Al di là della vita terrena", "Anima mia santifica lo spirito di Dio".

Carmelo Pontorno


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Gero Miceli il Mer 11 Mag 2011 - 12:57

Complimenti Pippo!
avatar
Gero Miceli
affamatu
affamatu


http://geromicelipoeta.blog.kataweb.it

Torna in alto Andare in basso

Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Gio 12 Mag 2011 - 5:23

Grazie Gero per apprezzamento pezzo giornalistico. Pippo



dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

In omaggio a Teocrito di Siracusa art. di Gianni Failla

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Ven 17 Giu 2011 - 14:35

Ci perviene dal settimanale cattolico “Il Cammino “ di Siracusa ,il seguente articolo del vice direttore Gianni Failla ,inerente l’Antologia in Omaggio a Teocrito di Siracusa .a cura di Giusepe La Delfa .
Buona lettura Pippo


In omaggio a Teocrito
Antologia poetica di Giuseppe La DELFA


La kromatografica Editrice ha pubblicato “in omaggio a Teocrito di Siracusa”,un’antologia poetica a cura di giuseppe La Delfa , un testo che ordina quanto si conosce sul poeta siracusano cantore dell’età ellenistica , erede del genere bucolico . Un genere che distinse Teocrito nel suo lontano secolo e che ebbe una grande influenza nella poesia successiva.
Sono dodici i poeti che nella antologia rendono Omaggio al poeta siracusano :
Santi Amato Rita Arrabito , Enzo Barbera , Corrado Conforto,Salvatore Figura, Enza Giuffrida, M.C.Iapichino, Giuseppe La Delfa, Umberto Panneri ,Federica Pistritto, Carmrelo Salonia e Benito Truden.
La publicazione fa riscoprire al lettore il poeta bucolico che con immediatezza espressiva descrisse i paesagi mediterranei , che contemplò la natura con vivi sentimenti di pace e di abbandono.
Teocrito amò la terra aretusea che lo ispirava intensamente , indicò nuovi percorsi per una poesia autentica e spontanea che non era soltanto vagheggiamento della realtà agreste.
Egli fu, infatti , un poeta dotto , colto e sapiente che ben conobbe la vita convulsa della città e le passioni dell'animo umano..
l'antologia ha il merito di questa rilettura dell'arte poetica di un personagio che, a distanza di quasi 2300 anni dalla sua morte , sembra chiedere oggi dove siano oggi i suoi eredi .
Con la sua antologia Giuseppe La Delfa , siracusano di adozione e operatore culturale , percorre questo appassionato cammino di ricerca e lo propone ai lettori che amano il fascino della poesia .

Gianni Failla




dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Ospite il Dom 19 Giu 2011 - 20:55

Complimenti Giuseppe, mi farà molto piacere acquistare questo tuo libro e sopratutto leggerlo, perché mi pare promette molto... con il grande Teocrito.
Spero di vederti al 2º Raduno che sta organizzando Flavia...
Però devo dire che mi sorprende che tu non stia partecipando come relatore, visto la vicinanza amichevole che hai avuto con la nostra associazione anche prima di essere registrata e poi perché ne sei già socio onorario...
Spero che comunque non sia troppo tardi, salvo che i troppi impegni che tu assumi e i problemi di salute non te lo impediscano...
Mi farebbe comunque un grande piacere averti tra i relatori... In ogni modo se non ti fosse possibile venire presenzialmente al raduno, ti sarei molto grato se potessi inviare un tuo contributo scritto direttamente a Flavia Smile
Ti abbraccio fraternamente Wink

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Admin il Lun 20 Giu 2011 - 8:58

nicolacomunale ha scritto:Complimenti Giuseppe, mi farà molto piacere acquistare questo tuo libro e sopratutto leggerlo, perché mi pare promette molto... con il grande Teocrito.
Spero di vederti al 2º Raduno che sta organizzando Flavia...
Però devo dire che mi sorprende che tu non stia partecipando come relatore, visto la vicinanza amichevole che hai avuto con la nostra associazione anche prima di essere registrata e poi perché ne sei già socio onorario...
Spero che comunque non sia troppo tardi, salvo che i troppi impegni che tu assumi e i problemi di salute non te lo impediscano...
Mi farebbe comunque un grande piacere averti tra i relatori... In ogni modo se non ti fosse possibile venire presenzialmente al raduno, ti sarei molto grato se potessi inviare un tuo contributo scritto direttamente a Flavia Smile
Ti abbraccio fraternamente Wink

Scusami Nicola, se non ho avuto modo di metterti al corrente dei problemi di salute di Pippo e della moglie che ho avuto il piacere di conoscere a Messina da poco. Ho parlato con la moglie di Pippo in merito al raduno e sono daccordo con Pippo che prossimamente le telefonerò per convincerla se sta meglio con il problema che ha alla gamba di venire a Messina. Certo Pippo non essendo sicuro di esserci non si è impegnato ... ma se riuscirà a venire darà sicuramente un suo contributo.


"... e chiovi" di Flavia VIZZARI - ediz. del Poggio * AGGIUNGI AL CARRELLO






Artista Flavia Vizzari


Presidente Asas e delegata Regione Sicilia Onlus Mecenate
......
Sito Personale : http://artevizzari.altervista.org

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Antologia in Omaggio Ad Alda MERINI

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Lun 20 Giu 2011 - 18:13

Caro Nicola, ti ringrazio di cuore per la tua fraterna amicizia. Con ben sai , la mia salute è per adesso un po precaria e si è aggiunta anche quella di mia moglie ,la quale pochi minuti fa è uscita di casa per continuare gli accertamenti specialistici a pagamento. Saro ben lieto di collaborare se la situazione si ripristina al più presto. Tra l'altro per fine mese ho un esame di 15 crediti a Messina. Un abbraccio fraterno Giuseppe.


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Antologia poetica in omaggio A TE0CRITO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum