Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Le recensioni: dott. Giovanni Albano
Mar 27 Feb 2018 - 14:40 Da Flavia Vizzari

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Lun 12 Feb 2018 - 10:15 Da Flavia Vizzari

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Lun 12 Feb 2018 - 10:10 Da Flavia Vizzari

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a Ignazio Buttitta
Lun 18 Dic 2017 - 8:27 Da Giuseppe La Delfa

» “Natale in via Margutta”
Ven 15 Dic 2017 - 11:59 Da ninnetta

» ROMA IN 9 TAPPE
Dom 3 Dic 2017 - 0:16 Da Flavia Vizzari

» “EMOZIONI DI ARTE E DI MODA”
Dom 3 Dic 2017 - 0:15 Da Flavia Vizzari

» Commento critico di Flavia Vizzari de Il Granchio di S. Mazzei
Dom 3 Dic 2017 - 0:11 Da Flavia Vizzari

» LU ME' SICILIANU
Ven 20 Ott 2017 - 10:37 Da Flavia Vizzari

» Gualtiero G. Canu
Mer 11 Ott 2017 - 16:41 Da Flavia Vizzari

» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Sab 30 Set 2017 - 16:54 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Buttitta di Favara
Ven 1 Set 2017 - 9:45 Da Flavia Vizzari

» Poeti veri e poeti falsi
Dom 30 Lug 2017 - 20:31 Da Flavia Vizzari

» Un artista inizia ad essere tale ...
Dom 30 Lug 2017 - 20:22 Da Flavia Vizzari

» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» Giuseppe La Delfa
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ottobre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



SBRANAMENTI

Andare in basso

SBRANAMENTI

Messaggio  Armando Bettozzi il Lun 9 Ago 2010 - 11:52

Un fatto, una poesia

Ancora un bimbo sbranato da un pit-bull!!!Allora…gli amici “abnormi”dei cani, gli animalisti…dove stanno, che pensano…che ne dicono… quando è il momento tutti soltanto buoni a nascondersi…finché passa…e fino al prossimo sbranamento, eh!? “Statìsticano” tutto, ma non gli sbranamenti… “Amore – sballato – per le bestie = Civiltà…!”…MA DE CHE!!! Però ad ogni “morte bianca” da lavoro…apriti cielo! Come pure per gli ammazzamenti per le strade…Chi può, spieghi la differenza…(al di là di ogni demagogia…etc). (26 Luglio 2010).

Sbranamenti

Nun devi annà pe jungle o pe savane
pe ffatte mozzicà da na bestiaccia
ner mentre fai le foto, o vai a caccia…
Qua da ste parti pò abbastatte un cane…

Che ar più è tanto bbòno com’er pane,
però pò ffatte pure er vòrtafaccia
e pò addentatte, pòrca miseriaccia,
perché le bestie pònno esse …strane!

E ce sò razze che lo sbranamento
ce l’ hanno incorporato pe natura.
“È bbòno…” fa ‘r padrone, e in quer momento

je schizza su l’istinto primordiale
e azzanna…e sbrana…o mòri de paura
sortanto a stà vicino all’animale.

Cià corpa lui, chi se lo porta a spasso,
e chi je dà er permesso de girà:
pit-bull, bulldog…bestie e incivirtà…
e tutto quer bèr giro pe ffà incasso.

-----------------------------------------------------------

È assassino er cane e anch’er padrone
e chi li fa annà in giro a piacimento
co quela prepotenza ogni momento
più bècera da vero gran puzzone,

che penza che siccome è n amicone
de quer canaccio co lo sguardo spento
e er muso ottuso, e co lo sbranamento
che cià pe istinto, pò ffà ogn’infrazzione.

Così va in giro senza musaròla,
e cor guinzajo che cell’ha e n cell’ha,
e si uno azzarda a dije na parola,

te guasi mann’addosso la bestiaccia…
Che mo sò anni che se st’a sbranà
cristiani d’ogni età…Ma co che ffaccia

“Pijate un cane…” stann’a ddì ogni ggiorno.
Ma guarda si s’azzardeno a ffà er conto
de li sbranati…Monno finto tonto!

Armando Bettozzi – 26 Luglio 2010

...e ieri un altro bimbo messo in fin di vita dal cane di casa...quanti altri?! che si aspetta?!

Armando Bettozzi
affiziunatu
affiziunatu


Torna in alto Andare in basso

Re: SBRANAMENTI

Messaggio  GIUSEPPE GERBINO il Gio 12 Ago 2010 - 14:50

io sono un grande appassionato di cani:
nella mia vita ho sempre allevato cani appartenenti a razze potenzialmente "pericolose" e non ho mai avuto problemi, infatti tutti i miei cani sono cresciuti in mezzo ai bambini, hanno sempre giocato con loro e non hanno mai mostrato segni di aggressività senza motivo...
per favore finiamola di dare la colpa ai cani, loro non c'entrano, piuttosto prendiamocela con i loro proprietari (con quelli senza cervello), che li allevano solo per compensare tutte le loro insicurezze...
smettiamola di parlare di razze pericolose, non si può fare "razzismo animale", è vero, ci sono alcune razze predisposte alla guardia e alla difesa che hanno bisogno di un certo addestramento,senza il quale possono diventare pericolosi, ma la colpa è sempre dei cattivi proprietari...
non esistono cani buoni e cani cattivi, ma persone buone e persone cattive.
mi dispiace tantissimo per il bimbo e spero che non sia accaduto nulla di irreparabile (non ho sentito la notizia), e che possa riprendersi presto.

L'ARMALU CHIU' TINTU


Eu sugnu appassiunatu di li cani,
di chiddi, chi 'na pocu di 'gnuranti,
ci pari chi si mancianu cristiani
e fannu accusi vili, assai 'nfamanti...

L'armali tinti 'un stannu 'nta li tani
e mancu ci hannu zanni 'mprissiunanti;
nun hannu cuda, artigghi o furmi strani,
chi appena chi li vidi tu ti scanti.

L'armalu, lu chiù tintu d''u criatu
è l'omu! Chissu sì chi fa spaventu!
E l'odiu chi pussedi è scunfinatu;

ammazza senza nuddu pintimentu.
lu cani no! si sbagghia ed ha ammazzatu...
picchì 'u patruni, 'un havi sintimentu.


CIAO A TUTTI
PEPPE
avatar
GIUSEPPE GERBINO
bazzicaturi
bazzicaturi


Torna in alto Andare in basso

in riposta all'amico poeta Peppe e per approfondire

Messaggio  Armando Bettozzi il Ven 13 Ago 2010 - 17:59



Caro Peppe, niente da eccepire sull’essere appassionati di cani. Io amo i cani…ma col buon senso! Amo i cani ma non quelli pericolosi, che esistono, malgrado la ...cecità…e l’amore assolutamente anormale di tanti padroni. Come non posso amarli quando rovinano le nottate o i pomeriggi di riposo…(io ne so qualcosa, perciò hai voglia a dirmi sono i padroni…Per me sono i cani. Punto e basta. E se c’è colpa dei padroni…che siano puniti questi padroni, ma neanche questo succede…ergo….chi ne soffre se la prende coi cani, che sono la causa diretta dei propri disagi), e quando trovo, o addirittura pesto le loro cose lungo i marciapiedi, e quando i padroni li trattano meglio dei loro figli, o comunque degli esseri umani, in un modo che va al di là del comune buon senso, quando, insomma, viene fuori tanta esagerazione nel voler umanizzare le bestie (il cane è e rimane una bestia, malgrado il buonismo e gli animalisti di tutto il mondo, che addirittura vorrebbero che si abolisse questo appellativo rivolto alle…bestie, appunto…Ma è davvero normale tutto questo?), che alle persone di buon senso reca soltanto fastidio. OK, sono sempre i padroni…- intanto abbiamo imparato la ormai solita musica dei canari buoni - ma se non ci fossero i cani…, non ci sarebbero i padroni, che sempre persone sono con tutti i loro difetti e hai voglia a stare a insistere sul fatto dei padroni…non è un argomento vincente. Dicevo, i cani…Poverini…certo che devono esistere…ma la ricercata e predicata irrefrenabile loro diffusione a tutti i costi, da parte di chi altro “paladinismo” non ha, se non essere il paladino dei cani, a scapito di chi tal “paladinismo” non vuole abbracciare, non va bene. Con l’essere paladino dei cani, la persona interessata soddisfa un suo desiderio d’amore-egoismo…che non può però sussistere a discapito degli altri: è tutto qui il quibus! E poi, secondo quel certo discorso, neanche le armi sarebbero pericolose se gli uomini non le usassero per uccidere i loro simili…E le armi sono …illegali. Un cane potenzialmente assassino (che così appellano certi cani le persone di scienza, e non io…) è un’arma, impropria. E su questo, per favore…non tiriamo fuori tutta la bontà gratuita di padroni, e animalisti, e interessati a qualsiasi titolo. Se gli amanti dei cani ammettessero il fastidio-paura-disagio-pericolo che possono apportare i loro cani invece di stare sempre con la lancia in resta per difendere e negare, pur davanti alle evidenze, sarebbe un passo per avvicinare i loro cani anche ai non amanti di cani. E quando obiettano:”Sono i padroni…” in quello stesso momento si stanno mettendo loro stessi – che si sentono padroni esemplari – sullo stesso livello di quelli che loro stessi reputano “cattivi padroni”. Infine, i canari non hanno titolo e diritto di arrogarsi la nomea di buoni e sensibili, e dare ai “non canari” appellativi negativi o dispregiativi. Per quanto mi riguarda non sono un canaro, ma amo gli animali e i cani, e ho sensibilità uguale, o migliore di quella dei canari, ma sempre sotto l’ombrellone del buon senso. (vedansi le poesie qui sotto, specie le ultime due).

Per inciso: il bambino super-morso dal cane (di quelli feroci e perciò pericolosi per tutti) del padre è morto. Il padre (con tutto il rispetto per il suo dolore…ora), ha cercato di tenere nascosto che a ridurre in fin di vita il suo bambino era stata proprio la sua bestiaccia…chissà perché…?!

Questa è l’ennesima morte di bambini sbranati dai cani cosiddetti feroci (ma definiti buoni dai soliti…). Se ne contano a migliaia, ormai…Senza contare tutti i ferimenti e le vite rovinate fisicamente e psicologicamente dai tanto bravi e amatissimi cani. Non sarà ora di finirla con lo sciocco buonismo e la prosopopea di tanti, troppi padroni di cani e di tutti gli animalisti in genere? È ora, o no, di finirla di svicolare - da parte di tutti loro - con la solita frase fatta, che dà solo tanto fastidio sentirla: “È colpa dei padroni…”. Gli addetti ai lavori (psicologi dei cani….!), non sapendo che altro dire, ogni volta cercano di trovare motivi che nessuno sa se non il cane stesso: “Ha visto una mossa che ha interpretato…” “Il padrone aveva l’asciugamano in testa e non lo ha riconosciuto…” Etc…etc…etc…E allora? È ancora il padrone? Non è mai il cane? E io dovrei vivere con la paura di muovere un dito quando c’è un cane vicino (regolarmente senza museruola…a proposito: Peppe tiene sempre al guinzaglio e con la museruola i suoi dolcissimi cani feroci…?), e rischiare l’azzannamento, se non la vita ? MA DE CHE !!!!??!!



N c’è da meravijasse più de gnente
ché ormai è bello chiaro che a la ggente
la confusione se la sta sbrananno
a st’a sentì i discorsi che te fanno:
“È mejo er cane de quarsia cristiano…!”
E quann’er cane azzanna, sbrana, ammazza,
te dicheno convinti: “Nun c’è razza
che sia pericolosa…È ‘r padrone
che porta er cane a esse un lazzarone…!”
Ma intanto er cane fa quelo che ffà…
e Peppe parla, parla…e manco sa
der pupo ch’ha sbranato la bestiaccia,
dico l’urtimo ch’ha ffatto sta finaccia;
l’urtimo de na gran lunga lista
che n vò vedé chi fa tanto er bonista
che tanto va de mòda de sti tempi…
Ma intanto er cane – pe ffà un par d’esempi –
abbaia e te ruvina l’esistenza
ma dicheno: “Dovete avé pazzienza…!”
e smerdeno le strade…e voi direte:
“Sò li padroni…”. SI! Però, vedete,
o cane, o padrone er danno esiste
perciò sarebb’er caso de nu’ ‘nsiste
a st’a diffonn’er cane a na magnera
ripiena d’aroganza e sicumera.
L’augurio a Peppe è de n fa mai la mossa
pe cui lo po’ spedì drent’a na fossa
er cane suo che … “nu è pericoloso…
ma invece è tanto bravo ed affettuoso!”
Na vòrta detto questo, amichi cari,
io vojo bbene a cani e a canari.

P.S.: (alcune delle mie poesie sui cani)
“Mossa da… fossa”
(epitaffio)

“Pe via che se sentiva a rode er naso ,
qua sotto ce sta er povero Tommaso
sbranato da quer tanto bravo Pippo
che j’ è zompato addosso a sartalippo
ché…poverello ! …s’ era impavurito
ner vede a lui a smove in su quer dito .
È accosì che er psicologo aricconta
e…a chi è er più str...ano fate ‘n pò la conta…! “.
Armando Bettozzi

“Amore…bestiale”

Amico mio, stamme a sentì bbene:
io contro er cane, o er gatto…nun ciò gnente;
te vojo solo dì che tanta ggente
se sente bbòna assai gratuitamente…

Presempio quanno fa: “ Bell’ innocente,
viè qua che mamma tua te da n bacetto…”
e un cristone de alano, er su’ pupetto,
je sbava er viso, e lei lo strigne ar petto.

O quanno se le infila drent’ar letto
le su’ crature; o quanno je cucina
filetti ar sangue, e petti de gallina
pe ffalle stà contente. La matina,

però, che da na casa llì vicina,
se sente arivà er pianto d’un neonato,
scordannose ch’er cane ha ‘bbajato
svejanno dieci vorte er vicinato,

fa: “A regazzì !…a te e a chi t’ ha cacato…
e statte zitto, va a ‘mmorì ammazzato!”.

Armando Bettozzi

“Er bonsenzo”

Sta a scomparì dar monno piano piano.
Lo sta succhianno via ‘na quarche strega
cor un malocchio dar cervello umano
per ammischiallo cor chissenefrega.

Pe fà un esempio, puro si è un po’strano,
c’è che tra l’omo e er cane, nun se nega,
chi è ‘r più amato è lui: bassotto, o alano…
e cià la protezzione de la Lega.

Nun è che mò uno vò stà a fà quistione,
ma ce sò quelli cor terore addosso,
e rischieno li schizzi de pressione…

Ma qui ‘n ce sta er bonsenzo de capì…
E troppe vòrte stamo ar paradosso:
‘n te dico, ieri, ch’ho sentit’ a ddì:

“Ma nun fa gnente…è un pupo…È lei ch’è strana!
Nu’ mmozzica…lui vò giocà coll’osso:
lei è tutt’ossa…è chiaro che la sbrana!” .

Armando Bettozzi

“Zinfonia notturna
in Bau maggiore”

Dopo esseme affannato a pijà sonno,
a l’ improviso er primo bau dà er via
a la più strampalata zinfonia,
e ar bau baritonale, laggiù in fonno

s’aggancia un bau soprano, e er finimonno
è bell’e scatenato; casa mia
ammò sta in mezzo a quela frenesia
che è contaggiosa e attacca a tutto tonno,

che abbasta er bau de un cane pe fà sì
che un antri cento poi je vann’ appresso
e la nottata tua…diventa un cesso …

Er fatto è che avé er cane oggi è de moda
e s’ama più quer quattro-zampe-e-coda
che er… bipede, che ‘n se pò più soffrì…!

E in mezzo a tutto quanto ‘st’abbajà
si chi è la vera bestia aggià se sa:
chi …invece de dormì sta llì a ‘mprecà!

Armando Bettozzi


Na cerasa…tira l' artra…
(storie de umani…storie de cani )

Ce sta 'na tizzia tanto tanto brava
sensibbile…de còre…'na signora…
che s' arza ogni matina de bon' ora ,
pulisce er cane suo che fa la bava

e acchiappa du’ piccioni cò 'na fava:
se porta er cane a fà le cose fòra
e er grasso in più lo manna a la malòra
corenno appresso a llui…e se la cava!

E infino a qui starebbe tutto a posto;
er fatto è che la senti a dije: "Amò…!
Tesoro…! A bbello…! Sei gajardo e tòsto…! ".

Na vòrta stava a llegge su un giornale
le nozze gay…: lo prese…lo baciò…
je fece : "Anche pe noi verà…è fatale! ".

Er cane, llì, che je scodinzolava
straní e stoppò de bòtto…abbajò…
Stava a capì…: quarcosa nun annava…!!

Armando Bettozzi


“Ingenuità d’un cane”

Ma sicche robba…! In meno d’un minuto
ner côre a famme la villeggiatura
s’è operto lo sportello a la vettura,
l’aria m’ha ‘risucchiato, e te saluto….!....

Mo indo’se troverà er padone mio?
Poraccio…me s’è perso a quell’incrocio…
E io sto qua cor sole che me còcio,
ner mentre lui me cerca, santo dio!

Sto steso da un par d’ore sur catrame
e ‘n c’è un cristiano che me dà un passaggio…
Me tocca fà la fine d’un randaggio?!
Possibbile che l’omo….è tanto infame?!

Armando Bettozzi

“Gratitudine”
(Ferragosto… da cani)
- 1°P
Di colpo son spariti tutti quanti:
serrande chiuse…chiuse le persiane
e in giro c’è un mortorio…! Solo un cane
smarrito va, si ferma, va un po’ avanti,

poi torna, si rigira, e disperato
si sdraia e butta il muso sul catrame:
boccheggia, quasi, e muore dalla fame
e non realizza: è stato abbandonato?

Ma il suo padrone ieri ci giocava… (?!?)
Una vecchietta tutta malandata
passava: andava a far l’improvvisata
al marmo freddo e caro di chi amava,

e l’accarezza lieve con la mano.
Lui con fatica s’alza, e zitto, zitto
s’accoda a lei e come un derelitto
comincia a andarle appresso piano, piano.

Sul posto, poi, pensando fra di sé
il cane fa: “Quel giorno che anche tu
starai lì, e noi non ci vedremo più,
ci verrò io, qui a stare un po’con te”.

Armando Bettozzi


















Armando Bettozzi
affiziunatu
affiziunatu


Torna in alto Andare in basso

Re: SBRANAMENTI

Messaggio  giò il Ven 13 Ago 2010 - 19:55

E il conquibus, mica è solo quello:
in Sicilia hanno sbranato, ultimi, un bimbo che giocava ed una turista che passeggiava.
Cani senza padrone che, come i nostri ragazzi, quando si ritrovano in branco riescono a combinare laqualunque.
“E’ la natura, bellezza!”


Ce so' li cani che se fanno branco
e che nun ciànno avuto mai padrone
e sbràneno bambini perfinanco
puro se fanno un po' de confusione
o a le turiste a via sul bagnasciuga
je stracciano la faccia a sanguisuga.

E quello, è stato l'uomo ad imparalli?
Oggià, come a li nostri regazzini,
quanno zompano insieme so' vassalli
de leggi de natura eggià divini?
Natura non è sempre bello, no,
e l'uomo è il solo a percepirlo un po'
seguendolo, epperò,
solo quanno j'accomoda la vita
(e chi la vuol capire, l'ha capita!).

avatar
giò
affiziunatu
affiziunatu


Torna in alto Andare in basso

Re: SBRANAMENTI

Messaggio  GIUSEPPE GERBINO il Dom 15 Ago 2010 - 0:08

armando, hai ragione, ci vorrebbero leggi più severe.
sono d'accordo anche sul fatto che molti proprietari di cani, umanizzano troppo l'animale...
il cane deve essere trattato da cane (nel senso più positivo del termine).
però, resto del parere che i cani non hanno mai colpa, loro sono animali... e ti garantisco che spesso sono anche meglio di certi uomini...
mi dispiace per il bimbo, mi dispiace moltissimo... e non me la sento nemmeno di continuare rispondendo in versi.
un abbraccio
peppe.
avatar
GIUSEPPE GERBINO
bazzicaturi
bazzicaturi


Torna in alto Andare in basso

Re: SBRANAMENTI

Messaggio  Admin il Dom 15 Ago 2010 - 7:05

GIUSEPPE GERBINO ha scritto:armando, hai ragione, ci vorrebbero leggi più severe.
sono d'accordo anche sul fatto che molti proprietari di cani, umanizzano troppo l'animale...
il cane deve essere trattato da cane (nel senso più positivo del termine).
però, resto del parere che i cani non hanno mai colpa, loro sono animali... e ti garantisco che spesso sono anche meglio di certi uomini...
mi dispiace per il bimbo, mi dispiace moltissimo... e non me la sento nemmeno di continuare rispondendo in versi.
un abbraccio
peppe.

Dai ... e i versi? ;o)))


"... e chiovi" di Flavia VIZZARI - ediz. del Poggio * AGGIUNGI AL CARRELLO






Artista Flavia Vizzari


Presidente Asas e delegata Regione Sicilia Onlus Mecenate
......
Sito Personale : http://artevizzari.altervista.org

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: SBRANAMENTI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum